Rospetto
Un modo creativo per parlare dei servizi che offro, e un pò anche parlare di me 
Rospetto è un rossetto nato dall’amore tra una nota azienda di bellezza la beauty corporetates and events ed una nota casa di moda, la Fashion Style Magazine. 
Il suo nome originariamente doveva essere Rossetto, purtroppo i suoi genitori erano molto occupati a causa di alcune campagne di moda e shooting per designer e stylist
perciò  incaricarono il nonno, il signor Ritratto a Pelicola di andare all’anagrafe per conto loro. Costui era vecchio e sordo, capì male e registrò il nome sbagliato. 
Questo errore fece partire Rospetto con un bel deficit, lui che era destinato a sfondare nel campo della moda, con quel nome, come avrebbe fatto?. 
Fin da ragazzino fù bullizzato, i compagni di scuola lo utilizzavano contro il suo volere non in servizi con bellissimi modelli e modelle emergenti, ma nei book per ragazze normali, ragazze e talvolta anche ragazzi pieni di difetti, spesso anche per ritratti personali ad anziani o per semplici lookbook!
Questa condizione però permise a Rospetto di capire che la bellezza si nascondeva in ogni persona
anzi non si nascondeva affatto, che andava ricercata proprio in quei “difetti” che sono in realtà particolarità che rendono le persone bellissime in quanto uniche. 
Così decise di usare se stesso come promotore del suo messaggio, iniziò a farsi fare degli still life creativi usando la propria immagine e a pubblicizzare i suoi lavori fatti con persone normali, fossero essi spose, di matrimoni alternativi o in grande stile, dirigenti di grandi aziende o piccole realtà imprenditoriali per shooting corporates. 
Rospetto iniziò cosi ad affermarsi nel suo campo, grandi marchi iniziarono a conoscerlo e a volerlo per le loro campagne pubblicitàrie, le agenzie di moda e comunicazione facevano a gara per accaparrarselo, cosi anche attori, cantanti lo chiamavano per i loro book fotografici. Manco a dirlo, sui social Rospetto spopolava, ogni influencer di instagram lo taggava nelle proprie foto e lo volevano per i loro conetenuti social e per i loro piani editoriali creativi, perfino le foodblogger lo volevano, perchè lui rimaneva incollato alle labbra senza fare una piega durante i pasti, i giornali gli dedicavano copertine, tutti lo apprezzavano per la sua sensibilità. 
Infatti Rospetto non faceva un lavoro diverso dagli altri, tutti i rossetti colorano le labbra, ormai tutti i rossetti di buon livello come lui erano capaci di durare a lungo ma lui, grazie al suo passato, alle sue esperienze aveva sviluppato dei toni così delicati, e allo stesso tempo brillanti, che erano capaci di esaltare ogni bellezza. 

Questo era il segreto di Rospetto, Quello che era nato come un deficit, divenne il suo superpotere
I lavori personali di Rospetto erano a questo punto talmente tanto apprezzati che le gallerie d’arte più importanti lo notarono, le sue opere artistiche parteciparono alle più grandi fiere di fotografia, vinse premi, le sue opere vennero esposte dei musei più importanti, al Moma di New york alla, biennale di venezia, alla triennale di Milano al quinquennale di Venere e Marte. Insomma Rospetto divenne alla fine un artista interplanetario e la regina Elisabetta lo nominò rossetto intergalattico dell’anno 2049 (si la regina elisabetta era ancora viva nel 2049).